Quattromani

Quattromanidi Barbara Molinario

Focus Altaroma

Uno scenario newyorkese ha accolto quest’anno la kermesse capitolina e ha visto protagonisti gli stilisti Haute Couture che hanno presentato le collezioni primavera estate e i giovani talenti, quasi tutti provenienti dal concorso Who Is On Next, che hanno anticipato la moda autunno inverno. L’Ex Dogana dello Scalo di San Lorenzo, dove ancora si vedono passare i treni, è stata la sede principale delle sfilate, anche se molti stilisti hanno scelto i classici Grand Hotel o location alternative.

Altaroma si sta trasformando da casa madre dell’alta moda italiana a fervida incubatrice di nuovi stilisti, non solo di abiti, ma di accessori, borse, scarpe, come il progetto A.I. Artisanal Intelligence, la una piattaforma nata per unire Arte, Artigianato e Moda in nome del Made in Italy. Portabili i gioielli Uncommon Matters; ricordano uno stile steampunk i bustini in pelle Burke. Dopo il grande successo sulle passerelle di Raffaella Curiel negli scorsi anni, questa edizione di Altaroma Marina Corazziari presenta la sua linea di scenografici gioielli dai toni dell’oro. Giovanissimo talento delle calzature, Daniele Amato trasporta a Roma parte della sua azienda e con i suoi artigiani che hanno mostrato, a pochi fortunati, come nascono scarpe e borse attraverso gesti sapienti e materiali pregiatissimi.

Burke

A tutto colore la collezione Elephants di Nino Lettieri che si sposta completamente dalle precedenti e crea una figura femminile cosmopolita, alta moda si, ma comodamente indossata per viaggiare. Una collezione che secondo me sarà tutta venduta entro la fine della settimana. Il fucsia spicca su tutti ed accompagna magnificamente i kaftani disegnati da elefanti ideati da Nino Lettieri per una ideale principessa indiana in viaggio per Montecarlo.

color Nino Lettieri

Quattromani “sequestra” le scale mobili della Coin Excelsior a via Cola di Rienzo per una sfilata diversa e spettacolare, in una location non costruita e fittizia, ma dove la vita scorre vera e dove i loro capi realmente incontrano le clienti. Massimo Noli e Nicola Frau hanno firmato una collezione dal sapore neo-artigianale ispirata assolutamente al folklore tradizionale sardo. Colore puro per stampe e texture sperimentali. Su tutti giallo, rosso, immancabile il nero.

color Quattromani

Raffaella Curiel, delicata e soave come sempre, trasporta nel suo giardino ideale attraverso musica e colore. Divertente il bustino dell’abito realizzato come un cestino intrecciato. Verde, ovviamente, e giallo, fucsia, azzurro. La forza della natura. La forza della vita. La forza di Raffaella Curiel che abbraccia la figlia Gigliola al termine della sfilata e poi posta la foto su Facebook, di spalle, unite. Splendide.

color Raffaella Curiel

Verde, Nero, Bianco, Blu. Vittorio Camaiani ancora una volta esteriorizza i suoi pensieri creando la collezione “ContrariaMente” e rivolge la sua attenzione ad una dimensione interiore del femminile con abiti onirici. La volontà di Camaiani è avvicinarsi all’universo surrealista: colletti e polsi stanno dove non dovrebbero stare in un gioco ironico che strizza l’occhio all’arte di Dalì. Una collezione che va capita, intuita e che le sue clienti ameranno pazzamente, come ameranno le scarpe che con un gioco intuitivo si trasformano da décolleté a ballerine, ed il tacco diventa una calla decorativa.

nero Camaiani

 camaiani

Verde anche per Lisbeth Carmago, colombiana lanciata ad Altaroma da Nino Graziano Luca. Bustini accostati al corpo e gonne libere e fluide, lunghe alla caviglia, morbidamente accompagnano i movimenti.

Abito di Lisbeth Camargo

Glicine, giallo, azzurro, i colori dedicati da Rani Zakhem a New York. Dice di pensare ad una sala da ballo dove volteggiano donne protagoniste di feste esclusive e ci trasporta con tulle e sete a volteggiare con loro. Adorabili le cinte a contrasto sugli abiti monocromatici.

color Rani Zakhem

BiancoJamal Taslaq e la sua moda che unisce oriente e occidente illumina di bianco la passerella di World of Fashion, diretta da Nino Graziano Luca. Bianco optical. Bianco puro. Abiti da sera per donne che non passano inosservate, sicure di se, padrone del proprio tempo. Le spose avvolte in abiti di seta che fasciano il corpo in tagli sinuosi e sexy.

Abito di Jamal Taslaq

Bianco per il tunisino Fawzi Nawar, che utilizza il pizzo per incorniciare, arricchire romanticamente. Bianco per l’abito da sposa di Laura Froio, ex studentessa dell’Accademia del Lusso di Roma che dedica gran parte della collezione al wedding e fa emozionare lanciando in passerella una piccola sposina di 4 anni.

 Abito di Laura Froio

Bianco per Antonella Rossi che, cuore di mamma, si emoziona prima e dopo la sfilata che lancia la collezione firmata interamente dalla giovanissima figlia Giulia Mori, ispirata dalla grande mela. Pizzi e spugne sulla passerella, abbinate a ciabatte rialzate.

antonella rossi

Anton Giulio Grande realizza abiti da sera super glamour. Pizzo bianco per un total look white dall’acconciatura alle scarpe.

bianco anton giulio grande

Bianco per il kaftano monospalla dell’architetto Sabrina Persechino nella collezione dedicata alla dea Aracne ed ispirata da Eric Owen Moss. La semplicità delle costruzioni caratterizza le creazioni della stilista da sempre che intreccia il lavoro delle costruzioni architettoniche di abiti ed edifici.

bianco Sabrina Persechino

Bianco per Andrea di Salvo, talentuoso allievo dell’Accademia di Costume e Moda che destruttura e ricuce attraverso giochi di materiali e tagli fino a costruire una nuova femminilità mai banale.

Andrea-Di-Salvo---BREHAT-(2)

Oro. Atena, dea greca delle arti e della sapienza ispira Renato Balestra, e così l’oro impreziosisce gli abiti bianchi, diventa protagonista di particolari come i bracciali e le scarpe, armonizza l’intera collezione con i suoi luminosi riflessi.

oro Renato Balestra 2

Luigi Borbone incorona le sue donne con foglie e fiori dorati. Gli Swarovski sono ancora una volta protagonisti delle canotte trasparenti, della parte superiore degli abiti. Un mondo di regine e principesse incantate ma disilluse, che affrontano decise la vita.

trasparenze Luigi Borbone

 

Barbara Molinario

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine