Ad Altaroma va in scena lo short film “My Fashion Dream” di International Couture

“My Fashion Dream” il sogno glamour di una giovane donna raccontato con un cortometraggio, ad Altaroma sfilano gli stilisti per International Couture
0
249

International Couture porta ad Altaroma “My Fashion Dream” il cortometraggio di un sogno glamour attraverso le firme degli stilisti.

Realizzato con la partecipazione del ballerino Raimondo Todaro, della musicista Susanna Zanella Cavallero e della cantante Aurora Tetto. Gli ambienti raffinati sono quelli di Abitart Hotel Roma e dello Show room Maison Luigi Borbone Roma. Il trucco è stato ideato da Pablo Gil Cagnè, art director Gil Cagnè Baldangroup coadiuvato dallo staff Accademia Face Place con Roberta Cardullo, Michela Venti e Oronzo Roma. Un cortometraggio che racconta del sogno di una giovane donna, Alyssa, appassionata di glamour e alta moda, che nella sua stanza tra riviste, libri e smartphone immagina di indossare abiti e accessori dei brand Franco Ciambella, Victoria Torlonia, Blue Valentine, Gaia Proietti Colonna, Regjina, Alessi & Alessi, Officine di Talenti Preziosi, BaroQco Couture Jelwelry, Abiddikkia per arrivare, sul finale, ad indossare proprio un abito rosso firmato Luigi Borbone.

Le collezioni

Un sogno vario e variegato quello per la stagione spring summer 2021 che passa da giacche e soprabiti multicolor alternati per Gaia Proietti Colonna insieme all’abito in seta ed organza che si lascia ispirare dalla natura, al design più lineare dalle tonalità neutre di Regjina.  Pret-à-porter per il brand Abiddikkia con lo short dress a quattro bottoni, con maniche a sbuffo e cinta in vita color caramello. Anelli in rilievo, bracciali strutturati che coprono tutto il braccio, orecchini a farfalla, ciondoli a gabbia, intrecci color oro per gli accessori di Officine di talenti preziosi, pomposità, pietre e opulenza per BaroQco Couture Jelwelry. Abiti in cady di Blue Valentine ispirati al cinema e alle favole, eleganti e versatili con top elaborati sul décolleté e maniche che scendono sinuose fino a terra, tailleur rivisitati con soprabito, i colori dominanti sono il bianco e nero. Corpetti strutturati e ricamati in grande evidenza in rosso corallo, blu elettrico e toni più chiari per gli abiti di Victoria Torlonia. Eterei, come ninfe uscite dalle fiabe i long dress di tulle e ricami dalle nuances pastello di Franco Ciambella. Un sogno di alta sartoria che vede la parte superiore con piume in movimento e gonna plissè per l’abito rosso, del gran finale, di Maison Luigi Borbone.