MFW SS20: un tripudio di fiori gentili sulla passerella di Blumarine

Milano Moda Donna SS 2020
0
183
MFW

Un tripudio di colori accesi e di stampe floreali sbocciano su abiti lunghi, romantici e sensuali al tempo stesso. Scopriamo i trend visti in passerella in occasione della MFW SS20.

Nel corso della quarta giornata dell’attesissima MFW SS20 hanno sfilato in passerella le collezioni di: Tod’s, Blumarine, Brognano, Sportmax, Antonio Marras, Etro, Marni, Iceberg, Marco De Vincenzo, Aigner, Frankie Morello, Versace.

Le collezioni della MFW SS20.

TOD’S: ispirato all’eleganza senza tempo di Monica Vitti nei film di Antonioni, Tod’s porta in passerella la pelle in tutte le sue forme. Protagonista assoluta della collezione Primavera/Estate 2020, intravista, tinta e lavorata in modo artigianale, la pelle viene reinterpretata, tagliata in cascate di paillettese e utilizzata per intarsi o total look iper femminili composti da dress al ginocchio, completi sartoriali, gonne impreziosite da fiori e blazer con le spalle in stile anni ’80.

La pelle tinta in tie dye, la nappa diventa plissé e la palette di colori vien declinata in tonalità che vanno dal bianco e nero fino alle nuance pastello. Non mancano gli accessori come le slingback dal tacco kitten, i mocassini in pelle metallizzata, micro bag caratterizzate dalla chiusura a forma di T. Ancora una volta, il brand si riconferma sinonimo di artigianalità italiana. 

MFW-TOD'S

BLUMARINE: Parola d’ordine? Gentilezza. Una gentilezza imprescindibile dall’eleganza data da una cascata di fiori e stampe animalier indossate con una femminilità leggera e audace al tempo stesso. Dai lunghi abiti impreziositi da trasparenze e declinati nelle tonalità pastello, le sottovesti di satin bordate da pizzi Chantilly ai mini dress lingerie movimentati dalle ruches e dalle stampe floreali, fil rouge della collezione.

“Credo che la più alta forma di eleganza sia la gentilezza perché nessuno può essere elegante se non è gentile. Nessuno è gentile se parla male degli altri, se si veste male, quindi anche nel vestirci dobbiamo ritrovare una certa forma di eleganza, basta super vestiti e super cappelli, sì a un’eleganza più leggiadra.” ha dichiarato Anna Molinari, fondatrice e creative director del brand. 

Per una donna romantica e chic che non rinuncia ad un tocco di sensualità e di magia data dalla rosa che viene riprodotta su gran parte degli abiti, simbolo di femminilità.

MFW-BLUMARINE

BROGNANO: il giovane designer Bronano, fondatore e designer dell’omonimo brand italiano ci porta all’interno di uno zucchero filato colorato e declinato nelle tonalità del giallo, azzurro, glicine, pervinca e bianco per una collezione da sogno. Anche lui ha optato per la pelle utilizzata su trenche e gonne midi dagli spacchi profondi abbinate a camicie stampate caratterizzate da maxi colletti bianchi.

Per la MFW SS20, il designer ha dato vita ai sogni e ai desideri delle sue amiche, creando un vero e proprio guardaroba perfetto per ogni situazione della giornata, dall’aperitivo ad un’occasione speciale durante la quale è possibile indossare uno dei meravigliosi e romantici abiti in tulle impreziositi da trasparenze e balze in stile principesco. 

MFW-BROGANO

SPORTMAX: sulla passerella della MFW SS20 va in scena una collezione dedicata ad una donna sicura di se ma romantica al tempo stesso. Una sicurezza glamour e decisa data giubotti, trench e impermeabili in pelle declinati nelle tonalità del cielo, abbinate al bianco, verde, grigio e rosa cipria. Non mancano gli abiti lunghi in georgette impreziositi da strati di tulle ispirati dalle opere dell’artista Daniel Wurtzel. Un viaggio alla scoperta del mare e del vento che riecheggia negli abiti creati dalla direttrice creativa Grazia Malagoli. 

MFW-SPORTMAX

ANTONIO MARRAS: moda e arte sono da sempre un binomio imprenscindibile e in continua evoluzione. Vi sono numerose maison di moda che prendono ispirazione da artisti internazionali e viceversa, questa volta è il caso di Antonio Marras, un artista a tutto tondo.

Non solo designer e fondatore del brand che porta il suo nome, ma anche regista teatrale che in occasione della MFW SS20 ha portato il scena lo spettacolo “Mio cuore io sto soffrendo. Cosa posso fare per te?” accompagnato da un viaggio alla scoperta di due isole suggestive: la Sardegna e il Giappone. Due terre che si fondono insieme con l’obiettivo di dar vita ad una collezione ispirata alla mostra di Lucia Pescador per arrivare alla realizzazione di stampe tradizionali giapponesi su kimono vintage ma reinterpretati in chiave moderna e trasformati in cappotti ricamati e abiti preziosi dai colori vivaci e scintillanti.

MFW-ANTONIO MARRAS

ETRO: riuscite ad immaginare delle piratesse borghesi in stile anni ’70. Veronica Etro, direttrice creativa della griffe italiana è riuscita a portare in passerella una donna bolo-chic che si ispira ai famosi hippy in versione moderna. 

All’interno del cortile del Conservatorio di Milano hanno sfilato alcune tra le top Model del momento con indosso camicie bianche, abiti stampati, caftani, short con motivi disegnati, poncho e mini dress in velluto impreziositi da dettagli luminosi. I cappelli in paglia, i foulard stampati e gli stivali in pelle decenti nelle tonalità accese del prugna, giallo ocra, donano quel tocco di fascino in più all’intera collezione.

Non mancano le stampe animalier, i giochi patchwork e jacquard per una donna forte, dinamica e amante dei viaggi dal sapore vintage.

MFW-ETRO

MARNI: colori accesi e sovrapposizioni sono i segreti che contraddistinguono la collezione creta da Francesco Risso. Il designer ci capovolge in un’opera d’arte vivente affidando la scenografia all’artista Judith Hopf che ha portato in passerella la sua installazione “A jungle goes through the ceiling” traportandoci all’interno di una foresta nel pieno rispetto dell’ambiente tanto che l’ultima parte dello show è fatta di materiali riciclati ha affermato Risso. 

La silhouette oversize degli abiti avvolge i corpi come il parka o i giubbotti caratterizzati da stampe pennellate, senza dimenticare i maxi orecchini e i sandali con tacco di bambù.

MFW-MARNI

ICEBERG: un tripudio di colori accesi e fluo risplende sugli abiti iper femminile e con un tocco sportswear della collezione firmata Iceberg. Nella suggestiva location dei Bagni Misteriosi il designer britannico ha dedicato la collezione ad un sirena contemporanea e sensuale, una sirena millennials.

Una donna un po’ adolescente che non ha paura di esprimere la propria femminilità attraverso una palette di colori pastelli perfettamente mixati alle tonalità fluo impreziosite da paillettes e tessuti pregiati come il raso. Una donna che ama giocare con le stampe dei Looney Tunes e le fantasie geometriche su short a vita alta, maxi pull e pantaloni plissettati realizzati con materiali quasi impalpabili abbinati a tessuti più tecnici e sportivi.

MFW-ICEBERG

MARCO DE VINCENZO: l’elemento chiave che caratterizza la collezione del giovane designer siciliano è il color block. Per la prima volta, Marco De Vincenzo sceglie di utilizzare un solo colore per ogni look, ripercorrendo tutte le nuance dell’arcobaleno per un viaggio all’insegna dei colori vivaci e delle silhouette giocose e sensuali al tempo stesso. 47 toni di colore che illuminano la passerella su abiti da cocktail, longuette a balze, gonne a tubo e tailleur impreziositi da maxi paillettes e abbinati ad accessori in cristallo come i maxi orecchini, le zeppe ricoperte di pietre scintillanti e gli stivali in maglia crochet.

MFW-MARCO-DE-VINCENZO

AIGNER: eleganza senza tempo femminilità classica: la collezione “Divine” per la MFW SS20 della griffe Aigner che celebra una donna sensuale e sicura di sé che indossa lunghi abiti in crêpe chiffon e lurex con dettagli plissè. Fluidità, leggerezza e forme che accarezzano il corpo declinate nei toni metallici, nelle nuance della terra impreziosite da ricami gold e silver. Non mancano i colori iconici del brand come il marrone caldo “Vacchetta Brown”, il rosa tenue “Dusty Rose”, il “Dusk Blue” e il “Feather Grey”.

La collezione Aigner SS 2020 lo stilista Christian Beck riscrive il DNA della griffe tedesca e porta in passerella elementi ispirati alla tradizione e alla cultura spagnola e latino-americana. Gli accessori sono essenziali e lussuosi: dalla signature bag Cybill Specials alla it-bag Siena, dalla tote bag Artigiana alla serie di modelli creati inesclusiva per la sfilata. e una serie di modelli creati esclusivamente per la sfilata in pelle martellata e dettagli tartarugati.

MFW-AIGNER

FRANKIE MORELLO: nuovo look, nuovo direttore creativo. Il designer Damir Doma entra in scena per la prima volta rivoluzionando lo stile del brand milanese e giocando con un mix di tessuti, pattern floreali e stampe tie dye. Il vinile continua a cavalcare l’onda su pantaloni, giacche e gonne, mentre scendono in passerella asciugamano indossati come turbanti che avvolgono i capelli. “A differenza delle collezioni che creo di solito per la mia label e nelle quali rifletto spesso la mia biografia, questa collezione è più sperimentale, è un mixare e remixare. Sono capi che mi hanno dato leggerezza e luce” ha spiegato il direttore creativo. Uno stil urbano, a volte ironico e sensuale grazie ai crop top che lasciano la schiena nuda, nelle gene dagli spacchi profondi e lunghi abiti impreziositi da stampe e trasparenze. 

MFW-FRANKIE-MORELLO

VERSACE: anche quest’anno, Donatella Versace ha colto l’occasione per far parlare di sé, o meglio, la sua collezione. Immersi in una giungla urbana, Versace ha decisamente conquistato il premio per la sfilata più chiacchierata di questa stagione. Per celebrare il 20esimo anniversario dell’iconica stampa Jungle, ha deciso di optare per una modella d’eccezione: Jennifer Lopez.

La famosa pop star ha indossato la versione moderna e decisamente più sensuale del noto abito Jungle Dress indossato il 23 febbraio 2000 in occasione dei Grammy Awards. Un’apparizione quasi surreale che è riuscita a distogliere anche l’attenzione da una delle collezioni di Versace più riuscite degli ultimi anni. Donatella Versace ha portato in passerella la stampa Jungle nella sua versione originale ma declinata su materiali diversi creando giochi di volumi e silhouette sensuali impreziosite da dettagli scintillanti. 

MFW-VERSACE

Pronti a sfoggiare questi look per la prossima estate?