Dall’America arriva il Thermage FLX®: “il lifting senza bisturi”

Alla scoperta del Thermage attraverso l'esperienza della Dottoressa Carmela Pisano
0
264

Viso più tonico, ringiovanito, senza rughe e cedimenti in poco tempo, senza bisturi, tempi di recupero e dolore?

Da oggi, grazie a un macchinario medico innovativo che arriva dall’America, tutto ciò è finalmente possibile senza sala operatoria.

A Roma, nella sua clinica Acaia Medical Center, la Dottoressa Carmela Pisano esegue, a seguito di accurato Check-Up, questo esclusivo trattamento di ringiovanimento cutaneo che sfrutta l’emissione di energia a radiofrequenza monopolare per distendere cute e tessuti, il tutto in due ore o poco più.

 

Abbiamo chiesto alla Dottoressa Carmen Pisano quali siano le peculiarità del Thermage FLX® e come si differenzi dagli altri trattamenti di radiofrequenza.

“La principale differenza sta nel numero delle sedute. Il trattamento di Thermage FLX® si esegue in un’unica seduta. Solo una piccola percentuale di pazienti necessita di un secondo trattamento, indicativamente il 5%, e comunque mai a meno di 6 mesi dal primo.

Un altro vantaggio è quello di poter adattare il calore generato dal macchinario alla soglia di sopportazione del dolore del paziente,  smorzandolo anche con la tecnica di raffreddamento a spruzzo per una maggior sollievo.

Per i pazienti meno tolleranti si può comunque associare al trattamento una blanda sedazione per permettere un rilassamento più profondo per tutta la durata della seduta.

Tecnicamente come agisce il Thermage FLX® sul viso?

L’impulso della luce, emesso tramite una speciale sonda, viene convertito in calore e veicolato nel derma e nel tessuto sottocutaneo senza pericolo di ustioni o danni superficiali.  Questo riscaldamento, omogeneo e controllato, porta a una distensione del viso, alla contrazione dei fibroplasti e al compattamento del collagene.

Durante la seduta, la pelle in superficie è continuamente raffreddata e subisce una leggerissima esfoliazione che innesta tutto il processo decisivo per eliminare le rughe: in profondità i fibroplasti creano nuovo collagene, elemento fondamentale per rendere la pelle più giovane e tonica, arrestando momentaneamente l’azione corrosiva del tempo sulla pelle.

Quanto dura un trattamento di Thermage FLX®?

A seconda dell’area da trattare, il trattamento può durare da una a più ore, ad esempio quando si tratta di tutto il viso o di più parti del corpo.

Il vantaggio è che si può riprendere fin da subito la propria normale routine lavorativa e non è necessaria alcuna convalescenza.

In termini di durata dei risultati, invece, gli effetti rimangono stabili per un periodo che va dai 3 ai 5 anni.

 

Cosa aspettarsi, nella realtà, da un trattamento che ha la fama di essere un vero e proprio portento?

In linea generale un miglioramento complessivo di tutte le rughe nell’area trattata. Diciamo però che quelle della zona perioculare sono quelle che ottengono i risultati più sorprendenti. Le cosiddette “zampe di gallina” per intenderci. Per quest’area delicata del viso, il Thermage FLX® è davvero un’ottima alternativa ad altri interventi più invasivi.

I benefici più visibili, oltretutto, arrivano con il tempo. Infatti, oltre all’effetto distensivo immediato, si ha nel tempo un rimodellamento del collagene e una nuova e aumentata produzione dello stesso. Tendenzialmente bisogna aspettare dai due ai sei mesi, tempo necessario per la contrazione dei fibroplasti e la formazione del nuovo collagene, per valutare il risultato definitivo.

Non dimentichiamo poi i risultati variano anche in base al tipo di problema da trattare, all’età del paziente, alle sue variabili genetiche e alla risposta soggettiva della pelle e del derma al trattamento.

Dottoressa, a chi consiglia questo trattamento?

Diciamo che il candidato ideale ha tra i 35 e i 55 anni, presenta una moderata lassità cutanea e rughe medio superficiali.

Ovviamente possono sottoporsi al trattamento anche pazienti più in là con gli anni e con rughe profonde, restii a sottoporsi a pratiche invasive. L’importante è sempre valutare con il paziente lo stato del tessuto e delle rughe da trattare, illustrare i benefici plausibilmente raggiungibili e ponderare sempre bene rischi, costi e aspettative.

Inoltre il trattamento è ottimo anche per chi presenti lassità cutanee a livello dell’addome, interno braccia, interno coscia e glutei.

A quali categorie di persone viene sconsigliato il Thermage FLX?

Il Thermage FLX® è controindicato su pazienti portatori di pace maker e apparecchi fissi elettromedicali, come ad esempio le pompe da infusione insuliniche. E’ inoltre controindicato per coloro che soffrono di cardiopatia grave, diabete, malattie autoimmuni, coagulopatia, schelodermia e alle donne in gravidanza.

A tutti questi pazienti suggeriamo interventi alternativi e pratiche ad hoc affinché, in tutta sicurezza, anche loro possano prendersi cura della loro bellezza, sempre e ad ogni età.

 

https://acaiamedical.it/

@acaia_medical_center